Come un SEO specialist può posizionare un sito di cucina

Come un SEO specialist può posizionare un sito di cucina

Il settore food online è molto interessante e merita sicuramente una certa attenzione. Infatti, al giorno d’oggi, grazie soprattutto all’avvento della tecnologia ed al suo utilizzo per diversi settori ed attività, sono cambiate molte delle abitudini quotidiane della nostra società che è sempre più interessata ad utilizzare risorse diverse da quelle di un tempo. Un esempio banale è dato dalle diversissime attività che possiamo svolgere direttamente sul nostro smartphone senza più essere costretti a recarci in un negozio fisico per acquistare un prodotto, oppure in banca per effettuare un pagamento o alla posta per pagare una bolletta: oggi, infatti, tutte queste azioni possono essere svolte rimanendo comodamente seduti sul nostro divano, e questo ci permette da un lato di ottimizzare i nostri soldi (risparmiamo benzina, per esempio) e dall’altro lato di massimizzare il nostro tempo (il tempo delle code agli sportelli, ad esempio, può essere utilizzato per attività che ci rilassano e che sono per noi molto più gradevoli).

Come già ampiamente spiegato, l’avvento della tecnologia è stato molto importante anche per molti settori e per diverse attività che, grazie alla loro presenza su Internet, hanno potuto ottenere maggiori guadagni ed anche un maggior successo. Pensiamo a quante persone, oggi rispetto ad un tempo, quando hanno bisogno di sapere come cucinare una pietanza si rivolgono ad Internet, facendo specifiche ricette online: questo è uno dei tanti esempi di come la rete rappresenta per noi un importante e completo raccoglitore di informazioni, e di come essa stia modificando le nostre abitudini.

Questa premessa ci è utile per comprendere che, se Internet ed i motori di ricerca sono utili da una parte, è anche vero che essi possono essere utili ed uno strumento funzionale anche dall’altra parte; infatti, chi effettua una ricerca di una ricetta in rete può avvalersi di una serie di informazioni che saranno utili per ottenere il massimo del gusto e del sapore della pietanza; allo stesso modo, però, chi ha scritto e pubblicato quella ricetta può ottenere guadagni, visibilità e fama.

Questo si può ottenere, però, solo con la presenza concreta in rete: infatti, aprire un sito web di cucina e di ricette, non significa necessariamente avere la possibilità di guadagnare ed avere successo. Questo vuol dire che un sito web non è sufficiente a farsi conoscere, indicizzare e posizionare da Google.

Partiamo, quindi, da questi tre concetti:

  • Farsi conoscere. È importante, perché se non facciamo conoscere la nostra attività, non abbiamo la possibilità di farci indicizzare e quindi di arrivare al secondo passaggio importante. Possiamo farci conoscere aprendo il nostro sito web e strutturandolo in modo tale da far sì che Google sappia che esso esiste e che può essere indicizzato;
  • Farsi indicizzare da Google è fondamentale per arrivare al terzo passaggio, che è il posizionamento. Infatti, se il motore di ricerca non sa che esistiamo e non è quindi in grado di capire di cosa tratta il nostro sito web, non potrà posizionarlo nella posizione che ritiene meritevole;
  • Farsi posizionare. Questo è il lavoro più grosso ed è quello che richiede l’intervento di un consulente SEO esperto e qualificato nel settore: il posizionamento in una data pagina ed in una specifica posizione tra i risultati di ricerca degli utenti è infatti ottenibile in funzione del livello di ottimizzazione SEO che è stata fatta per raggiungere questo obiettivo. Questo vale sia per il sito di cucina, sia per tutte le altre attività che vogliamo far arrivare in prima pagina su Google per incrementare il traffico organico ed ottenere guadagni.

Ma come si fa a posizionare un sto web di cucina grazie ad una buona attività di un SEO specialist?

C’è una guida online molto approfondita su jfactor a riguardo, e qui mi limiterò a riassumerla.

Il posizionamento deve essere ottenuto prima di tutto analizzando il punto di partenza del sito (è stato appena creato? Oppure è già presente in rete da tempo ma non ha mai raggiunto la prima pagina su Google? Oppure, è stato in prima pagina su Google ed ha poi ottenuto una penalizzazione per un dato motivo, finendo così in basso tra i risultati di ricerca?): tutte queste domande sono importanti perché ci dicono da cosa dobbiamo partire per far sì che le nostre attività siano davvero funzionali ed anche finalizzate ad uno specifico risultato.

Una volta stabiliti questi aspetti, si dovrà capire come muoversi, tenendo sempre ben presente che mai come in questi casi, la fretta non solo non aiuta, ma potrebbe essere anche una cattiva consigliera e portarci quindi a commettere scelte sbagliate: quindi, bisogna avere molta pazienza e sapere che è fondamentale attendere del tempo perché si vedano i primi risultati anche dopo un’attività di posizionamento ottimale.

I punti su cui bisogna lavorare, per un sito web di cucina, sono:

  • I contenuti, che devono essere non copiati e non duplicati nemmeno in minima parte (bisogna sapere che la duplicazione del contenuto, oltre ad essere rischiosa, è anche motivo di penalizzazione da parte di Google). Quindi, i testi devono essere scritti bene, corredati di informazioni realmente utili, e facili da comprendere: inoltre, essi devono essere corredati anche di immagini assolutamente originali e ottimizzate con alt tag;
  • Le immagini, anch’esse non duplicate ed originali, meglio ancora se rappresentative delle varie fasi della ricetta;
  • Ottimizzazione di metatitle, title, alt tag delle immagni, meta description e H2;
  • Velocità di navigazione del sito, anche in versione mobile: infatti, un sito ottimizzato anche per essere utilizzato da uno smartphone ha dei punti in più rispetto ad un sito che viene strutturato solo su desktop perché gli utenti che oggi navigano da smartphone sono sicuramente molti di più rispetto ad un tempo;
  • Link building: come in molti altri settori, anche in questo una buona costruzione di link autorevoli che puntano verso il sito è molto importante perché permette di ottenere pubblicità naturale e non forzata, ma soprattutto sicura.